• Chiamaci +39 0331 68 50 65
Tutti insieme per il cuore

Tutti insieme per il cuore

Le malattie cardiovascolari sono tuttora la prima causa di morte nel nostro come in moltissimi paesi del mondo. Ogni anno, secondo i dati della World Heart Federation, provocano 17,5 milioni di morti premature, un numero destinato a salire a 23 milioni entro il 2030.

Tanti aspetti riguardanti gli stili di vita sono responsabili di questo quadro, in particolar modo fumo, alimentazione scorretta, sedentarietà e stress psicosociale. La loro incidenza è tale che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che oltre tre quarti della mortalità cardiovascolare globale può essere prevenuta mediante l’attuazione di adeguate modifiche dello stile di vita. E proprio per questo ha fissato un obiettivo: ridurre del 25% il rischio cardiovascolare entro il 2025. La Giornata mondiale del cuore, che si celebra anche quest’anno il 29 settembre, rifletterà su questi temi, incoraggiando numerose iniziative che possano venire in contro a tutti coloro che desiderano prendersi cura del proprio cuore (per approfondire visita il sito del World Heart Day).

Sai come proteggere il tuo cuore?

Piccoli cambiamenti nella vita di tutti i giorni possono fare la differenza:

Non fumare: dopo l’età, il fumo è il più importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari (bastano due sigarette al giorno per raddoppiare il rischio di infarto).
Segui un’alimentazione sana: ogni giorno consuma almeno cinque porzioni di frutta e verdura e mangia regolarmente legumi, noci, cereali integrali e pesce (soprattutto il pesce grasso); limita il consumo di sale (meno di 5 grammi al giorno), gli alcolici (massimo due bicchieri al giorno di vino), i carboidrati raffinati, i grassi saturi (carne, burro, formaggi, latte intero) e trans (grassi vegetali idrogenati), le bevande zuccherate e i succhi di frutta.
Mantieni il peso ideale (indice di massa corporea – il rapporto tra peso in Kg e quadrato dell’altezza in m2 – inferiore a 25).
Muoviti di più: almeno 30 minuti di attività fisica ogni giorno. Anche leggera: una passeggiata, la bicicletta invece che l’auto, fare le scale e i lavori casa…
Sottoponiti ai controlli di routine (gli uomini con età superiore a 40 anni e le donne con età superiore a 50 anni o in post-menopausa, dovrebbero conoscere il proprio livello di rischio cardiovascolare).
Conosci i valori del tuo colesterolo, in particolare il colesterolo LDL, il tuo indice di massa corporea e la tua circonferenza addominale (valori consigliati: inferiore a 88 cm per le donne e a 102 per gli uomini).
Conosci i tuoi livelli di zucchero nel sangue (elevati livelli di zucchero nel sangue (glicemia) possono indicare la presenza di diabete, e nei diabetici le malattie cardiovascolari rappresentano il 60% di tutte le cause di morte).
Conosci la tua pressione del sangue (ritenuti ottimali valori inferiori a 130/85 mmHg).
Riduci lo stress quando sei molto stressato metti a rischio anche il tuo cuore.

Comments are closed.